04.png
Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Home Africa Namibia Il viaggio in Namibia
Il viaggio in Namibia PDF Stampa E-mail
Namibia

Raramente un Paese può suscitare nel viaggiatore un fascino altrettanto forte, reso ancora più suggestivo dai grandi spazi che si aprono innanzi agli occhi grazie ad una superficie quasi 3 volte quella italiana abitata da una popolazione di poco superiore ai 2 milioni di abitanti.

Quello che maggiormente colpisce è la varietà dei suoi colori, dalle verdi e lussureggianti foreste del nord, vicino alle Cascate Vittoria, al giallo sabbia del deserto ed al rosso del Namib. Dall’ocra dell’altopiano centrale al marrone ruggine dei relitti delle navi adagiati sulla Skeleton Coast.
La presenza coloniale tedesca di fine 800 si vede ancora nei nomi delle località e delle strade e nell’architettura di alcuni edifici nelle principali città (la capitale Windhoek per prima) ma questa non ha intaccato la realtà delle numerose etnie che ancora oggi popolano la Namibia.

Il viaggio
Può essere organizzato su base individuale (self drive) con noleggio auto oppure accompagnato da una Guida locale in lingua italiana.
Per i self drive tour provvediamo ad elaborare preventivi personalizzati in base alla durata del viaggio, del possibile itinerario e della categoria delle strutture ricettive.
I viaggi in condivisione con altri partecipanti ed accompagnati da una Guida locale in lingua italiana sono invece programmati con partenze a date fisse (vedere tour “Across Namibia”).

Il clima
Le stagioni sono opposte alle nostre. Luglio ed agosto corrispondono all’inverno namibiano, quindi con temperature ideali per il tour anche se nell’entroterra, la notte, si può scendere a zero gradi. Da maggio ad ottobre raramente si superano i 30° e dall’Oceano arriva una piacevole brezza rinfrescante.
Novembre coincide con il periodo delle piogge mentre a dicembre e gennaio possono risultare più faticose le visite al deserto del Namib, al Fish River Canyon e a volte anche all’Etosha National Park per le altre temperature diurne.

 
 

Menu Africa

Viaggiando con noi

  • images/stories/slide/random-001.png
  • images/stories/slide/random-002.png
  • images/stories/slide/random-003.png
  • images/stories/slide/random-004.png
  • images/stories/slide/random-005.png
  • images/stories/slide/random-006.png
  • images/stories/slide/random-007.png
  • images/stories/slide/random-008.png
  • images/stories/slide/random-009.png
  • images/stories/slide/random-010.png
  • images/stories/slide/random-011.png
  • images/stories/slide/random-012.png
  • images/stories/slide/random-013.png
  • images/stories/slide/random-014.png
  • images/stories/slide/random-015.png
  • images/stories/slide/random-016.png
  • images/stories/slide/random-017.png
  • images/stories/slide/random-018.png
  • images/stories/slide/random-019.png
  • images/stories/slide/random-020.png
  • images/stories/slide/random-021.png
  • images/stories/slide/random-022.png
  • images/stories/slide/random-023.png
  • images/stories/slide/random-024.png
  • images/stories/slide/random-025.png
  • images/stories/slide/random-026.png
  • images/stories/slide/random-027.png
  • images/stories/slide/random-028.png
  • images/stories/slide/random-029.png