Warning
Altipiani e pianure Stampa
Viaggi individuali con noleggio auto

Durata: 9 giorni / 8 notti
Validità
: da fine giugno a metà settembre2020

 

Scoprite il cuore dell’Islanda e della sua natura percorrendo le piste non asfaltate dell’interno  attraverso  altipiani disabitati che lasciano poi spazio alle fertili e verdi pianure vicine alla costa.
Questo tour può essere programmato in un periodo limitato, tra fine giugno e metà settembre, dipendendo dall’apertura e dalla percorribilità delle strade interne. Le caratteristiche del terreno richiedono inoltre l’utilizzo  obbligatorio di fuoristrada 4x4 . Se in voi alberga un certo spirito d’avventura questo è il vostro viaggio

 

1° giorno – Keflavik / Hveragerdi (km 100)
Arrivo all’aeroporto internazionale di Keflavik e ritiro della vettura prenotata. Se arrivate in tarda mattina/primo pomeriggio potete già concedervi un momento di relax nella vicina Laguna Blu, la grande piscina all’aperto con acqua geotermale dalle particolari virtù propedeutiche, prima di procedere lungo la costa meridionale della Penisola di Reykjanes per raggiungere il villaggio di Hveragerdi, famoso per le sue coltivazioni in serre riscaldate naturalmente. Pernottamento.

2° giorno – Il Cerchio d’Oro (km 165)
Prima colazione. Iniziate la giornata recandovi nella regione detta del Cerchio d’Oro. Qui scoprite le cascate Gullfoss, da molti considerate le più belle dell’isola, e l’area del Geysir, dove l’intensa attività del sottosuolo si manifesta con i getti di acqua e vapore che fuoriescono dal terreno ad intervalli regolari raggiungendo anche notevoli altezze. Non lontano si trova il Parco Nazionale Thingvellir, già sede del primo parlamento islandese in epoca vichinga e di particolare interesse geologico per la presenza della frattura che separa i continenti nord americano ed euroasiatico.
Sostando in quest’area avete modo di scoprire il fascino della Secret Lagoon, una storica piscina con il suo piccolo geyser  e della Laugarvatn Fontana, un complesso di piscine con acqua calda geotermale. Pernottamento nella regione.

3° giorno – Cerchio d’Oro / Islanda del Nord (km 230)
Prima colazione. il percorso odierno porta al Passo di Kjolur lungo una pista che si snoda tra due ghiacciai e porta a Hveravellir, area con una particolare ed intensa attività geotermale.  Concedetevi soste per momenti di relax e per contemplare i vasti scenari panoramici di questa parte dell’Islanda scarsamente, se non per nulla, abitata. La pista emerge alla sua fine nella valle di Skagafjordur, un fiordo con montagne dalle vette piatte e con fiumi glaciali. Pernottamento nella regione.

4° giorno – Akureyri / Lago Myvatn (km 190)
Prima colazione. Partite in direzione di Akureyri, la capitale del nord dell’Islanda, e dopo una sosta  proseguite per le cascate di Godafoss ed il Lago Myvatn. Qui entrate in quella che per molti è la regione più belle dell’Islanda per le caratteristiche del territorio: bizzarre formazioni rocciose di origine lavica a Dimmuborgir, pseudocrateri a Skutustadir, l’area vulcanica di Krafla, le pozze  di fango bollente e le sorgenti termali di Namaskard. Il Lago Myvatn è inoltre un vero paradiso per gli appassionati di bird watching offrendo anche possibilità di escursioni a cavallo o in mountain bike.  Al termine della giornata potete concedervi un po’ di relax nelle acque geotermali azzurre dei Myvatn Nature Baths.  Pernottamento nella regione.

5° giorno – Lago Myvatn / Egilsstadir (km 320)
Prima colazione. Partenza verso Husavik, piccolo e caratteristico villaggio di pescatori, da dove partono le escursioni in motobarca per l’osservazione delle balene. Proseguite poi lungo la penisola di Tjornes, nei pressi della linea del Circolo Artico, per arrivare alla parte nord del Parco Nazionale Vatnajokull, un’ampia are a che copre circa il 14% dell’intera superficie dell’Islanda. Questa sezione del Parco è caratterizzata da gole, canyons e cascate di  origine glaciale. In particolare il canyon di Asbyrgi  attira l’attenzione per la sua originale forma a ferro di cavallo.  Prima di raggiungere la costa est si incontrano le cascate di Dettifoss, le più potenti d’Europa, e finalmente si entra nella regione dei fiordi orientali, dove sostare per il pernottamento.

6° giorno – Egilsstadir / Hofn (km 300)
Prima colazione.  L’itinerario conduce oggi alla scoperta dei fiordi orientali: una costa frastagliata  con piccoli villaggi di pescatori che si affacciano sulle acque dell’Atlantico circondati da montagne. Ognuno di questi villaggi ha una sua storia ed una sua particolare caratteristica per cui suggeriamo sostarvi e concedersi tranquille passeggiate lungo i moli e le loro piccole strade. Ricordatevi però di avere tempo anche per ammirare alcuni scenari mozzafiato lungo la strada che dai fiordi orientali porta sulla costa meridionale: uno di questi è il Passo di Ammanaskard, da dove è possibile vedere il ghiacciaio Vatnajokull ed i primi tratti costieri. Pernottamento  nei dintorni di Hofn.

7° giorno – Hofn / Kirkjubaejarklaustur (km 220)
Prima colazione. Oggi vi trovate nella parte sud del Parco Nazionale Vatnajokull, con il ghiacciaio più esteso d’Europa. E’ una regione caratterizzata dalla presenza di ghiaccio e lava, tipico esempio della particolare natura islandese. Raggiunta la Laguna Glaciale di Jokulsarlon potete prendere parte ad una minicrociera su anfibio tra gli iceberg che  scivolano lenti sulle sue acque.
Alle pendici del Vatnajokull si stende l’area verde di Skaftafell, base di partenza di escursioni a piedi. Consigliamo recarsi poi alle cascate di Svartifoss, con colonne di basalto nero. Pernottamento  nel sud dell’isola.

8° giorno – Landmannalaugar / Reykjavik (km 240)
Prima colazione. L’ultimo giorno di tour conduce  ancora in una zona di altipiani. Percorrete la pista di Fjallabaksleid passando tra montagne e profonde vallate e superando corsi d’acqua sino a giungere a Landmannalaugar, spettacolare area dove si trovano montagne di riolite. Lasciate l’auto e camminate lungo i sentieri segnati e concedetevi un bagno in pozze naturali d’acqua calda, gettando ogni tanto l’occhio sull’imponente vulcano Hekla, le cui eruzioni hanno scolpito la valle di Thiorsardalur. Arrivo in serata a Reykjavik e pernottamento.

Nota – Se non desiderate recarvi a Landmannalaugar potete in alternativa raggiungere Reykjavik percorrendo la strada costiera meridionale.

9° giorno – Rientro in Italia
Prima colazione. Dipendendo dall’orario del vostro volo potete magari sostare alla Laguna Blu (se non l’avete già visitata all’arrivo) prima di raggiungere l’aeroporto internazionale di Keflavik dove riconsegnare la vettura e  procedere con le operazioni di registrazione ed imbarco per il rientro in Italia.

Quote per persona

Modello auto

Numero persone

1 – 31 maggio

1 – 24 giugno

27 agosto – 30 settembre

25 giugno – 26 agosto

 

Toyota RAV 4x4 aut. o similare

Min. 2

Min. 3

Min. 4

EUR 1.392,00

EUR 1.435,00

EUR 1.168,00

EUR 1.660,00

EUR 1.742,00

EUR 1.402,00

EUR 1.916,00

EUR 1.912,00

EUR 1.530,00

 

Toyota Land Cruiser 4x4 aut. o similare

Min. 2

Min. 3

Min. 4

EUR 1.612,00

EUR 1.582,00

EUR 1.278,00

EUR 1.936,00

EUR 1.925,00

EUR 1.540,00

EUR 2.332,00

EUR 2.190,00

EUR 1.738,00

Le quote comprendono: vedere sezione "informazioni utili"