07.png
Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

La Ring Road 1 PDF Stampa E-mail
Viaggi individuali con noleggio auto

Durata: 8 giorni / 7 notti
Validità
: 1 maggio – 30 settembre 2020

Da sempre questo tour circolare è il best seller dei viaggi individuali in auto, concentrando in solo 8 giorni le principali località e regioni dell’Islanda.
E’ indicato quindi a quanti non dispongono di più tempo a disposizione ma non di meno desiderano toccare i luoghi di maggiore interesse.

 

1° giorno – Keflavik / Hveragerdi (km 100)
Arrivo all’aeroporto internazionale di Keflavik e ritiro della vettura prenotata. Se arrivate in tarda mattina/primo pomeriggio potete già concedervi un momento di relax nella vicina Laguna Blu, la grande piscina all’aperto con acqua geotermale dalle particolari virtù propedeutiche, prima di procedere lungo la costa meridionale della Penisola di Reykjanes per raggiungere il villaggio di Hveragerdi, famoso per le sue coltivazioni in serre riscaldate naturalmente. Pernottamento.

2° giorno – Hveragerdi / Vik (km 390)
Prima colazione. Iniziate la giornata recandovi nella regione detta del Cerchio d’Oro. Qui scoprite le cascate Gullfoss, da molti considerate le più belle dell’isola, e l’area del Geysir, dove l’intensa attività del sottosuolo si manifesta con i getti di acqua e vapore che fuoriescono dal terreno ad intervalli regolari raggiungendo anche notevoli altezze. Non lontano si trova il Parco Nazionale Thingvellir, già sede del primo parlamento islandese in epoca vichinga e di particolare interesse geologico per la presenza della frattura che separa i continenti nord americano ed euroasiatico.
Lasciato il Cerchio d’Oro vi dirigete verso la costa meridionale dove incontrate le cascate di Skogafoss e Seljalandsfoss, ognuna con un suo particolare fascino, e poi le spiagge di sabbia nera attorno Vik ed il ghiacciaio Myrdalsjokull. Escludendo il periodo di nidificazione (da metà maggio  a fine giugno circa) potete raggiungere Dyrholaey, uno dei posti migliori per l’osservazione di diverse specie di uccelli e tra questi soprattutto i puffins (pulcinelle di mare). Pernottamenti nei dintorni di Vik.

3° giorno – Vik / Hornafjordur (km 285)
Prima colazione. Dirigetevi verso Eldraun, una distesa lavica creata da una delle eruzioni vulcaniche più devastanti nella storia dell’Islanda, e poi a Kirkjubaejarklaustur, già sito di un convento medioevale. Continuate per Skaftafell, un’oasi verde ai piedi del più esteso ghiacciaio d’Europa, il Vatnajokull, e, attraverso pianure di sabbia nera, giungete alla Laguna Glaciale di Jokulsarlon, set naturale di numerosi film. Qui potete prendere parte ad una minicrociera su anfibio attraverso gli iceberg che scivolano sulle sue acque. La giornata si conclude nei dintorni della città portuale di Hofn, nota anche come capitale dell’aragosta. Pernottamento nella regione dell’Hornafjordur.

4° giorno – Hornafjordur / Egilsstadir (km 265)
Prima colazione. L’itinerario  si sviluppa oggi lungo la frastagliata costa dei fiordi orientali, con piccoli villaggi di pescatori come Djupivogur circondati da rilievi. Il territorio di questa regione si è così formato in epoca glaciale per l’intensa attività dei ghiacciai. Scoprite i porti naturali all’interno dei fiordi, molti dei quali disabitati, e passeggiate lungo i moli dove attraccano le barche dei pescatori. Pernottamento nei dintorni di Egilsstadir.

5° giorno – Egilsstadir / Husavik (km 275)
Prima colazione. Attraversate l’altopiano di Modrudalsoraefi, dalla bellezza incontaminata, ed arrivate alle Cascate di Dettifoss, le più potenti d’Europa. Da qui proseguite lungo la parte settentrionale del Parco Nazionale Vatnajokull, caratterizzato da gole e canyon, tra questi quello di Asbyrgi, dalla caratteristica forma a ferro di cavallo. Continuando verso la penisola di Tjornes arrivate a Husavik, base di partenza di escursioni in motobarca per l’osservazione delle balene, dove potete magari concludere la giornata rilassandovi al GeoSea Geothermal Spa. Pernottamento a Husavik o dintorni.

6° giorno – Husavik  / Lago Myvatn (km 165)
Prima colazione. La tappa odierna porta alla scoperta della regione del Lago Myvatn, una delle più spettacolari dell’Islanda con le bizzarre formazioni vulcaniche di Dimmuborgir, i pseudocrateri di Skutustadir, le pendici solforose di Namaskard, l’area vulcanica di Krafla. Vero paradiso per gli amanti della natura e del bird-watching, il Lago Myvatn offre anche momenti di relax ai Nature Baths con bagni di acqua calda geotermale e saune. Superate le cascate di Godafoss arrivate ad Akureyri, la capitale dell’Islanda del Nord. Pernottamento nei dintorni dell’Eyjafjordur o Skagafjordur.

7° giorno – Lago Myvatn / Reykjavik (km 490)
Prima colazione. Ultima e lunga tappa per fare ritorno nella capitale. Superata la storica regione di Skagafjordur, famosa anche per gli allevamenti d cavalli, potete sostare presso l’antica fattoria di Glaumbaer con il suo Museo del Folklore prima di giungere nella baia di Hunafloi. Qui potete visitare il Seal Centre e magari prendere parte ad un’escursione in motobarca per l’osservazione delle foche.
Passato l’altopiano di Holtavourduheidi entrate nella regione del Borgarfjordur. Visitate i campi di lava di Hraunfossar e le sorgenti naturali calde di Deildartunguhver, le più potenti d’Europa. Nelle vicinanze si trova Krauma, una Spa geotermale . Arrivo a Reykjavik in serata. Pernottamento.

Percorso alternativo – Se viaggiate tra metà giugno ed agosto e disponete di un fuoristrada 4x4 adeguato potete percorrere le piste non asfaltate del Passo di Kjolur che portano alla selvaggia oasi geotermale di Hveravellir, circondati da sabbie nere, alte montagne e due ghiacciai. Questo itinerario riduce il percorso a 410 km.

8° giorno – Rientro in Italia
Prima colazione. Dipendendo dall’orario del vostro volo potete magari sostare alla Laguna Blu (se non l’avete già visitata all’arrivo) prima di raggiungere l’aeroporto internazionale di Keflavik dove riconsegnare la vettura e  procedere con le operazioni di registrazione ed imbarco per il rientro in Italia.

Quote per persona

Modello auto

Numero persone

1 – 31 maggio

1 – 24 giugno

27 agosto – 30 settembre

25 giugno – 26 agosto

 

Toyota Avensis o similare

Min. 2

Min. 3

Min. 4

EUR 1.085,00

EUR 1.167,00

EUR 955,00

EUR 1.292,00

EUR 1.417,00

EUR 1.147,00

EUR 1.445,00

EUR 1.519,00
EUR 1.224,00

 

Toyota RAV 4x4 aut. o similare

Min. 2

Min. 3

Min. 4

EUR 1.218,00

EUR 1.255,00

EUR 1.022,00

EUR 1.453,00

EUR 1.524,00

EUR 1.227,00

EUR 1.677,00

EUR 1.673,00

EUR 1.339,00

 

Toyota Land Cruiser 4x4 aut. o similare

Min. 2

Min. 3

Min. 4

EUR 1.410,00

EUR 1.384,00

EUR 1.118,00

EUR 1.694,00

EUR 1.685,00

EUR 1.348,00

EUR 2.040,00

EUR 1.915,00

EUR 1.520,00

Le quote comprendono: vedere sezione "informazioni utili"

 
 

Viaggiando con noi

  • images/stories/slide/random-001.png
  • images/stories/slide/random-002.png
  • images/stories/slide/random-003.png
  • images/stories/slide/random-004.png
  • images/stories/slide/random-005.png
  • images/stories/slide/random-006.png
  • images/stories/slide/random-007.png
  • images/stories/slide/random-008.png
  • images/stories/slide/random-009.png
  • images/stories/slide/random-010.png
  • images/stories/slide/random-011.png
  • images/stories/slide/random-012.png
  • images/stories/slide/random-013.png
  • images/stories/slide/random-014.png
  • images/stories/slide/random-015.png
  • images/stories/slide/random-016.png
  • images/stories/slide/random-017.png
  • images/stories/slide/random-018.png
  • images/stories/slide/random-019.png
  • images/stories/slide/random-020.png
  • images/stories/slide/random-021.png
  • images/stories/slide/random-022.png
  • images/stories/slide/random-023.png
  • images/stories/slide/random-024.png
  • images/stories/slide/random-025.png
  • images/stories/slide/random-026.png
  • images/stories/slide/random-027.png
  • images/stories/slide/random-028.png
  • images/stories/slide/random-029.png