17.png
Warning
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Sulle strade di Easy Rider PDF Stampa E-mail
Classic America

50 anni fa usciva nelle sale cinematografiche un film che sarebbe nel tempo divenuto un simbolo ed uno stile di vita, “Easy Rider”. I due protagonisti, a bordo delle loro moto, attraversavano il sud degli Stati Uniti incontrando personaggi e situazioni di una società che stava cambiando.
Da allora, “Easy Rider” è sempre stato accompagnato al mondo della moto ed in particolare a quello Harley-Davidson®

L’itinerario percorso da Billy e Wyatt da Los Angeles a New Orleans è proposto nel 2019 con due partenze di gruppo, il 22 maggio ed il 18 settembre, date scelte per le migliori condizioni climatiche . La particolarità di questo tour è di non essere solo un “viaggio in moto” ma una scoperta dei luoghi e delle storie che hanno segnato la realizzazione del film e che la vostra Guida non mancherà di sottolineare. Suggeriamo a chi già non conosce il film di prenderne visione per capire meglio lo spirito ed avere un’anticipazione delle strade sulle quali poi guidare.
La colonna sonora degli Steppenwolf, “Born to be wild”, farà da ideale accompagnamento al vostro viaggio  che attraverso Valle della Morte, Route 66 e Monument Valley, Colorado e New Mexico, approda infine nel Texas e nella Louisiana.

 

Partenze 2019 con Guida multilingue

Mese

Partenza

Maggio

22

Settembre

18

Itinerario di viaggio

1° giorno – Arrivo a Los Angeles, California
Arrivo individuale a Los Angeles e trasferimento libero all’hotel riservato dove incontrare il Tour Leader e gli altri partecipanti al tour. Briefing con informazioni sul viaggio e cena di benvenuto.

2° giorno – Los Angeles / Death Valley, California (km 468)
Dopo avere ritirato le moto si percorre un breve tratto per raggiungere il punto vicino L.A. dove la storia dei protagonisti ha inizio. Si punta poi a nord in direzione della Death Valley, la Valle della Morte. Il paesaggio desertico e quasi lunare conserva ancora ricordi del film, ai quali ritornerete sorseggiando una birra sotto il cielo stellato.

3° giorno – Death Valley / Needles, California (km 285)

Nel fresco del mattino riprendete le moto e vi dirigete verso Barlow, sulla Route 66, e poi Ballarat, dove Billy e Wyatt si liberano degli orologi per non avere più alcuna regola d’orario. Il percorso tra la Death Valley e Needles attraversa il deserto del Mojave, una vasta area  disabitata dove la polvere si solleva sotto le ruote della vostra moto e sole e vento sembrano bruciare la pelle. Il passaggio sulla Route 66 è un tuffo nel passato: motel abbandonati, vecchie stazioni di servizio, cassette postali sulla strada senza alcuna casa intorno. Needles è la città dove la troupe si fermò per le riprese ed ancora adesso si possono incontrare anziani che hanno conosciuto i due attori principali, Peter Fonda e Dennis Hopper.

4° giorno – Needles / Flagstaff, Arizona (km 345)
Superato il fiume Colorado si raggiunge la città-fantasma di Oatman, villaggio minerario dove asini selvaggi pascolano liberi lungo le strade. Nelle Sacred Mountains si trova ancora l’albergo dove i protagonisti si vedono rifiutate la camera per la notte. La scritta luminosa “No Vacancy” accesa dal proprietario dell’albergo è ancora visibile in un piccolo bar dove sostare prima di arrivare a Flagstaff , togliere la polvere dagli stivali e trascorrere la serata in una delle principali città sulla Route 66.

5° giorno – Flagstaff / Monument Valley, Arizona (km 310)
Lasciata Flagstaff si entra nelle terre degli indiani Navajos. Gli spazi immensi della Monument Valley fanno da scenario al percorso odierno lungo il quale si incrociano il Wupatki National Monument, le rovine indiade, la Sacred Mountain.  L’amicizia di EagleRider con la locale tribù Navajo consente di vivere da vicino le loro tradizioni, i loro canti e le loro danze, il tutto in un’atmosfera quasi mistica.

6° giorno – Monument Valley / Durango, Colorado (km 224)
Seguendo il percorso di Billy e Wyatt arrivate in uno dei luoghi più conosciuti del sud-ovest e sognato da molti motociclisti, Four Corners, dove vi ritrovate con un piede in Colorado ed uno nel New Mexico, una mano nello Utah ed una nell’Arizona. Nel pomeriggio si arriva a Durango, con le sue splendide panoramiche ed i saloons “Old West”.

7° giorno – Durango, Colorado
Giornata a disposizione. Potete riposarvi oppure guidare lungo la famosa Million Dollar Highway, fare un’escursione in mongolfiera al tramonto oppure andare a cavallo tra montagne e canyon. La vostra Guida saprà suggerirvi le migliori opportunità.

8° giorno – Durango / Taos, New Mexico (km 365)
Il percorso da Durango a Taos è quasi epico e lo scenario attorno vi farà sentire come i protagonisti del film. Taos è una cittadina montana con una ricca storia e cultura di nativi e qui sono state girate alcune delle scene più famose di Easy Rider, delle quali si visiteranno i set locali.

9° giorno – Taos / Amarillo, Texas (km 480)
Questa tappa di trasferimento tocca alcuni dei luoghi che rimandano a famose scene del film, tra questi il carcere di Las Vegas, nel New Mexico, dove fa la sua apparizione un giovane Jack Nicholson. L’ultima sosta prima di entrare nel Texas è nella città di Coyote.  Ad Amarillo vi è offerta l’opportunità, se volete, di cenare alla Big Texan Steakhouse, accompagnati in auto a bordo di Cadillac d’epoca.

10° giorno – Amarillo / Abilene, Texas (km 460)
Numerosi sono gli aneddoti relative alla produzione del film che si possono raccontare attraversando il Texas Panhandle. La troupe si divise per i difficili rapporti con il regista e molti si diedero appuntamento alla fine del viaggio, a New Orleans. Il percorso odierno è tutto nel grande Stato del Texas e si conclude ad Abilene, una piccola e tipica cittadina.

11° giorno – Abilene / Austin, Texas (km 352)
Ancora una tappa tutta texana per arrivare nella capitale della musica americana, Austin. L’albergo si trova nel cuore del distretto musicale nella Sesta Strada e questo permette di muoversi da un bar all’altro dove si esibiscono gruppi dal vivo.

12° giorno  - Austin / Lake Charles, Louisiana (km 464)
Chilometraggio lungo per lasciare il Texas ed entrare nel cuore del sud degli Stati Uniti. La Louisiana ha un fascino tutto suo, caratterizzato soprattutto dal “bayou”, un ecosistema paludoso tipico del delta del Mississippi. Lake Charles è una piacevole città, particolarmente vivace nelle ore serali e notturne.

13° giorno – Lake Charles / New Orleans, Louisiana (km 392)
Uno dei motivi dell’immediato successo di Easy Rider fu il drammatico finale, girato in una strada di campagna fuori Krotz Springs. La stessa strada è percorsa oggi durante l’ultimo trasferimento che porta a New Orleans.

14° giorno – New Orleans, Louisiana
Dopo l’uscita del film New Orleans divenne una specie di Mecca per i bikers. Questo non solo perché era la città dove la storia finiva ma per lo spirito di libertà che rappresentava. Visitare il Quartiere Francese ed altri luoghi collegati al film aiuta a comprenderne le ragioni. Celebrate la conclusione del viaggio con gli altri compagni d’avventura in una serata tipica da Louisiana.

15° giorno – New Orleans / Italia
Trasferimento libero all’aeroporto e partenza per il rientro in Italia (arrivo il giorno dopo):

Quota individuale di partecipazione (voli esclusi)

2 persone

1 moto

1 camera doppia

EUR 4.075,00

2 persone

2 moto

1 camera doppia

EUR 5.530,00

1 persona

1 moto

1 camera singola

EUR 7.230,00

La quota comprende:
Tour Leader professionista multilingue
Noleggio moto delle ultime gamme Harley-Davidson
Assicurazione SLI (vedere nota)
Assicurazione VIP-Zero (vedere nota)
Veicolo di supporto per trasporto bagagli, kit pronto soccorso, una moto sostitutiva, strumenti di pronto intervento meccanico, acqua
Pernottamenti in alberghi di categoria 3*** e 4****
Carburante e lubrificante
Chilometraggio illimitato
Casco per conducente e passeggero (ma consigliamo portare il proprio)
Giacca da viaggio “EagleRider Custom Riding Jacket” (da conservare a ricordo)
App Mobile Tour Guide
Patch di ricordo
Cartine stradali
Cena di benvenuto
Cena d’arrivederci
Prima colazione nei giorni di guida
Trasferimenti hotel / stazione noleggio / hotel
Ingressi ai Parchi Nazionali visitati durante il viaggio
Parcheggio negli alberghi
Sconti per escursioni ed attività facoltative
Tasse locali ed ambientali;
Assicurazione Globy Rosso Plus per spese mediche illimitate e bagaglio

Cambio applicato
USD / EUR: 0,855

Quota individuale gestione pratica
EUR 30,00

Assicurazione spese annullamento

4% dell’importo totale del viaggio

SLI
Assicurazione complementare di responsabilità civile con massimale di USD 300.000. E’ possibile aumentare il massimale sino a USD 1.000.000 con un supplemento di EUR 10,00 per giorno di noleggio.

VIP-ZERO
Nessuna franchigia per danni alla moto e franchigia massima di USD 1000 per furto. Riduzione del deposito cauzionale a USD 100. Rimborso massimo di USD 500 in caso di furto di oggetti personali dietro presentazione di denuncia alla polizia. Possibilità di 2° conducente se in viaggio con il resto del gruppo. Riparazione del pneumatico in caso di foratura con rimborso massimale di USD 100 per spese di trasporto moto.

Voli da/per l’Italia
Non sono inclusi nella quota, preferendo verificare operativi aerei e migliori tariffe applicabili in base alla città ed alla data di partenza.
Prenotare con largo anticipo il proprio volo significa avere maggiori possibilità di applicare le tariffe aeree più convenienti.

Preventivo
Richiedeteci un preventivo indicando la data prevista e la città di partenza, il numero di persone, il tipo di camera,  la richiesta di eventuali notti extra prima e/o dopo il tour in moto.

 
 

Viaggiando con noi

  • images/stories/slide/random-001.png
  • images/stories/slide/random-002.png
  • images/stories/slide/random-003.png
  • images/stories/slide/random-004.png
  • images/stories/slide/random-005.png
  • images/stories/slide/random-006.png
  • images/stories/slide/random-007.png
  • images/stories/slide/random-008.png
  • images/stories/slide/random-009.png
  • images/stories/slide/random-010.png
  • images/stories/slide/random-011.png
  • images/stories/slide/random-012.png
  • images/stories/slide/random-013.png
  • images/stories/slide/random-014.png
  • images/stories/slide/random-015.png
  • images/stories/slide/random-016.png
  • images/stories/slide/random-017.png
  • images/stories/slide/random-018.png
  • images/stories/slide/random-019.png
  • images/stories/slide/random-020.png
  • images/stories/slide/random-021.png
  • images/stories/slide/random-022.png
  • images/stories/slide/random-023.png
  • images/stories/slide/random-024.png
  • images/stories/slide/random-025.png
  • images/stories/slide/random-026.png
  • images/stories/slide/random-027.png
  • images/stories/slide/random-028.png
  • images/stories/slide/random-029.png